Categoria: News

Rossella Fantini: la Vincitrice del Concorso EtichettaLA 2018

PREMIAZIONE Concorso EtichettaLA 2018

Finalmente possiamo annunciare il Vincitore

del CONCORSO “EtichettaLA 2018”

anzi la Vincitrice.

ROSSELLA FANTINI

classe 1983 di Premariacco (Ud)  ha partecipato al concorso e ha disegnato un’etichetta per  Jazz & Wine of Peace 2018  e ha VINTO!

 

Il concorso, indetto da Controtempo e Clauiano Mosaics & More, era rivolto a designers e creativi per valorizzare il mondo del Vino e del Mosaico, a testimonianza dell’importante ruolo che l’arte costituisce per le culture nel mondo integrandosi nelle sue varie forme.

Le Opere del Clauiano Mosaic Symposium 2018 , 10 mosaici creati a Clauiano (Ud) tra giugno e luglio, sono stati  motivo d’ispirazione per la creazione di un’etichetta celebrativa della XXI edizione di “Jazz & Wine of Peace Festival 2018”, manifestazione che si è tenuta a Cormons (Go) Italia dal 24 al 28 ottobre.

Rossella, come richiesto dal bando, si è ispirata a una delle 10 opere musive e precisamente il motivo della SPIRALE descrive la sua creazione in quanto “è lo schema del moto dell’energia universale, il simbolo di un’evoluzione che non ha mai fine, di un cambiamento che avviene attraverso il movimento. Nella musica, nella natura, nelle stelle, nelle persone. Cin cin!”

Ecco l’etichetta di Rossella Fantini. Chissà che non venga scelta da un’azienda del Collio per contraddistinguere una serie limitata di bottiglie di vino …

Intanto la vincitrice ha portato a casa il premio. Congratulazioni!

 

 

 

 

 

 

>>>  English version  

Concorso “EtichettaLA” 2018

ITALIANO:  Concorso Etichettala 2018

Sei un designer o un creativo?  PARTECIPA al CONCORSO “Etichettala 2018”: DISEGNA un’etichetta per “Jazz & Wine of Peace 2018” ispirandoti alle opere di “ESSENTIA MUSIVA” International Symposium e VINCI il PREMIO!

“Clauiano Mosaics & More” ha indetto assieme a “Controtempo” un concorso dedicato a designers e creativi in generale che grazie alla loro interpretazione contribuiranno a valorizzare il mondo del Vino e del Mosaico, a testimonianza dell’importante ruolo che l’arte costituisce per le culture nel mondo integrandosi nelle sue varie forme.

Le opere del Clauiano Mosaic Symposium 2018 vogliono diventare motivo d’ispirazione per la creazione di un’etichetta che contraddistingua una serie limitata di bottiglie di vino e diventare l’etichetta celebrativa della XXI edizione di “Jazz & Wine of Peace Festival 2018”, che si terrà a Cormons (Go) Italia dal 24 al 28 ottobre 2018.

I partecipanti dovranno prendere spunto da una o più opere (mosaici), tra le 10, realizzate tra giugno e luglio durante il ClauianoMosaic Symposium 2018 per esprimere al meglio quanto il titolo suggerisce:

“ESSENTIA MUSIVA: Forme e Colori in movimento.

Quintessenza del mondo del mosaico, dell’ uomo, della vita e del vino.”

Dai un’occhiata all’articolo sul nostro BLOGOpere del Clauiano Mosaics Symposium – Giugno 2018” e alle foto presenti nella nostra GALLERY!

I giudici che avranno l’onore di assegnare l’ambito premio sono il creativo Beppe Giacobbe, il fotografo Luca D’Agostino e il maestro mosaicista Giulio Menossi.

Al creativo che ha realizzato l’opera vincitrice sarà assegnata la somma di € 500,00.

***

Per partecipare al concorso consulta il Bando di concorso “Etichettala 2018”, indetto in occasione della manifestazione “Jazz & Wine of Peace Festival 2018”.

BANDO CONCORSO Etichettala 

RICORDA!!! Le iscrizioni andranno inviate entro la mezzanotte del giorno 24 ottobre 2018 tramite il modulo che troverete a questo LINK.

 

>>>ENGLISH VERSION

Yumie Wakatsuki: l’Opera / the Artwork

YUMIE WAKATSUKI

GIAPPONE /JAPAN

ITALIANO / In corso

Quest’opera vuole rappresentare il processo della vinificazione. Traendo nutrimento dal ricco terreno, le viti crescono libere e vengono alla fine trasformate in deliziose gocce di vino grazie alla passione del viticoltore. Il blu sullo sfondo simbolizza il vibrante clima italiano e l’acqua che vivifica queste terre.

ENGLISH / In progress

This work is an image of the “wine making process”. Nourished by rich soil, the vines grow freely, and are eventually transformed into delicious drops of wine through the passion of the winemaker. The blue of the background symbolizes Italy’s vibrant climate and the water it provides to enrich the soil.

Ronit Strum: l’Opera / the Artwork

RONIT STRUM

ISRAELE / ISRAEL

ITALIANO / La spirale

Movimento, flusso. Scivolamento, continuità. La linea del tempo della nostra vita si muove all’interno dei cerchi aperti e continui di una spirale. Mentre sperimentiamo i movimenti ascensionali della spirale, a volte scivoliamo in basso per prendere le distanze necessarie a rivalutare la nostra vita, altre volte sprofondiamo giù per puro bisogno di sopravvivenza. La Terra ruota oggi allo stesso modo di ieri, ma ieri non si ripeterà domani, esattamente come l’anno che è passato non sarà mai uguale all’anno che verrà. La consapevolezza che il tempo è incerto e che si tratta di un regalo concesso solo per un breve periodo, ci spinge a sperimentare nuove cose malgrado la nostra costante paura dell’ignoto. Ci spinge a muoverci, ad avanzare, a spiegare le nostre ali e trovare nuovi modi di sollevarci, adagio, ma con determinazione. E infine, ci spinge a non arrenderci, fino a una nuova scoperta, per poi ricominciare da capo, adagio.

ENGLISH / The Spiral

Movement, flow. Glide, continuity. The timeline of our lives moves in open, continuing circles in the shape of a spiral. While experiencing the upwards lift of gliding and spiral movement, sometimes you slide down to catch a distance and re-asses, and other times you dive down due to the pure need of survival. The Earth rotates today as it did yesterday, but the yesterday will not repeat itself tomorrow just as the year before will not repeat itself again in the year to come. The thought that time is slippery and it is given to us just as a gift for a brief period, spurs us to experiment new things, although our constant fear of the unknown. It spurs us to move, to go forward, to spread our wings and find new ways to lift ourselves up, gently but determined. Lastly, it spurs us not to give up, all the way to the discovery, and then to softly start, all over again.

Pini Ben Gur: l’Opera / the Artwork

PINI BEN GUR

ISRAELE / ISRAEL

ITALIANO / La vita del vino

Da migliaia di anni il vino è il legame culturale capace di unire persone provenienti da tutto il mondo. È un crogiolo di società, nazioni e popoli diversi fra loro per religione, credenze e ispirazioni. Il vino è come il mondo multiculturale in cui viviamo, dove il rosso, il bianco, il frizzante, il dolce, il secco e molte altre varianti si uniscono con un unico proposito: dare alle persone gioia, intensità e appagamento. In quest’opera ho cercato di mettere in risalto gli elementi che giocano un ruolo fondamentale nella creazione del vino: il legno, il metallo, l’uva, l’aria e, soprattutto, il movimento. Il moto congiunto della natura e dell’uomo che rendono il vino uno dei liquidi più intriganti, interessanti e diffusi al mondo.

ENGLISH / The life of wine

Wine has been the cultural bond of people from all over the world for thousands of years. It’s a melting pot of societies, nations and people from different religions, beliefs and inspirations. Wine is similar to the multicultural world we live in, where red, white, bubbling, sweet, dry and many more variants are all united for the same purpose: providing people with joy, depth, and self-fulfilment. In this work, I have tried to emphasize the matters that plays an important role in the creation of wine: wood, metal, grapes, air – and above all – motion. The combined motion of nature and people, which makes wine one of the most intriguing, interesting and common liquids in the world.

Opere del Clauiano Mosaics Symposium – Giugno 2018

ITALIANO / ENGLISH

Vi vogliamo presentare oggi le artiste venute da tutto il mondo per il Clauiano Mosaic Symposium, tenutosi dal 24 Giugno al 7 Luglio.

Sotto la guida del Direttore Artistico Giulio Menossi le artiste sono partite nella realizzazione delle opere, dal titolo  ​”ESSENTIA MUSIVA Forme e Colori in movimento / Moving colours, moving shapes”, quintessenza del mondo del mosaico, dell’uomo, della vita e del vino, da cui si è preso spunto quale espressione d’eccellenza del nostro territorio.

We want to present today the artists who came from all over the world for the Clauiano Mosaic Symposium, held from June 24th to July 7th.

Under the guidance of the Artistic Director Giulio Menossi, the artists started with the creation of the works from the title “ESSENTIA MUSIVA Forme e Colori in movimento / Moving colors, moving shapes”, the quintessence of the mosaics world, the human being, the life and the wine, an outstanding product of our region which inspired the symposium.

Aida Valencia – MEXICO

Elcira Reif Russomano – BRAZIL
Gülçin Sökö – TURKEY

Helga Dangel – GERMANY
Liliana Waisman– ARGENTINA
Mari Sangoi – BRAZIL
Paulina Lagos Lehuedé – CHILE
Pini Ben Gur – ISRAEL

Ronit Strum – ISRAEL
Yumie Wakatsuki – JAPAN

Non perderti il CATALOGO, sfogliabile on-line, con tutte le opere delle artiste e le loro storie.

Visita anche la nostra GALLERY per vedere le foto realizzate durante il simposio, le foto delle opere e tanti dettagli.

Do not miss the CATALOG, browsable online, with all the works of the artists and their stories.

Also visit our GALLERY to see the photos taken during the symposium, the photos of the works and many details.

ITALIANO:

Lo scorso anno, dal 2 al 14 Ottobre 2017,  si è tenuto un’edizione speciale realizzata per la Città di Udine del Clauiano Mosaic Symposium, progetto che è stato, e vuole essere ancora, veicolo di incontro e integrazione tra diversità di popoli, religioni e abilità sociali.

Quest’anno, dal 1 al 13 Ottobre 2018 a Udine, verrà realizzata, a cura del Maestro Giulio Menossi e dell’associazione “Insieme con noi” , la 2^ parte del Simposio Internazionale Mosaico Contemporaneo  “Città di Udine”.

Durante il Simposio saranno realizzate le 7 opere mancanti (delle 14 stazioni) che andranno a formare la “Via Crucis”, reinterpretata in versione contemporanea da artisti con storie personali e di popoli, nonché fedi religiose, differenti ma accomunati da una grande passione che va oltre ogni diversità: il mosaico.

Tutte le opere realizzate dai mosaicisti ospiti, tutti provenienti dall’estero, saranno poi donate alla Chiesa Santa Maria degli Angeli di Baldasseria (Udine), dove troveranno collocazione definitiva.

Il simposio è un’opportunità unica per osservare i mosaicisti al lavoro mentre danno vita alle loro opere; i visitatori saranno i benvenuti nel laboratorio durante le 2 settimane di creazione! 

Udine, via Zoletti 9: 1 – 12 ottobre, dal lunedì al venerdì e serata conclusiva sabato 13 ottobre  
Rimani aggiornato per saperne di più! Segui anche la nostra Pagina Facebook!

Opere 2017:
 

ENGLISH:

Last year, from 2nd to 14th October 2017, a special edition of the Clauiano Mosaic Symposium  was held for the City of Udine, a project that was, and still wants to be, a vehicle for meeting and integrating the diversity of peoples, religions and social skills.

This year, from 1st to 13th October 2018 in Udine, the 2nd part of the International Contemporary Mosaic Symposium for “Città di Udine” will be realized by Maestro Giulio Menossi and the Association “Insieme con noi”.

During the Symposium the 7 missing art works (of the 14 stations) will be created and they will compose the “Via Crucis”, reinterpreted in a contemporary version by artists with personal and peoples stories, as well as religious faiths, different but united by a great passion that goes beyond all diversity: the mosaic.

All the art works realized by the mosaicists guests, all coming from abroad, will then be donated to the Church of Santa Maria degli Angeli of Baldasseria (Udine), where they will find a definitive location.

The symposium is a unique opportunity to observe mosaicists at work while giving life to their works; visitors will be welcome in the workshop during the 2 weeks of creation!

Udine, via Zoletti 9: 1st – 12th October, from Monday to Friday and final evening on Saturday 13th October.

Stay up to date to learn more! Follow our Facebook Page too!

 

Paulina Lagos: l’Opera / the Artwork

PAULINA LAGOS LEHUEDÉ

CILE / CHILE

ITALIANO / Il miracolo della vite
Opera tridimensionale che simbolizza una uva-botte. Tre atti, in totale armonia fra loro, raccontano il miracolo del vino. Alla base si trova il terreno solido, minerale, profondo e potente, umido e fecondo, da cui ha origine e trova nutrimento la vite con le sue foglie, colorate e libere, piene di vita, di allegria e di luce… e alla fine, l’esplosione inebriante dell’uva… con i suoi rossi magici e misteriosi. Ogni atto è ben definito, ognuno con le sue forme, i suoi colori e i suoi tempi. Tutta questa magia contenuta nell’uva-botte si manifesta attraverso la sua manna, il vino, elisir che acquisisce le fragranze e il sapore gustoso di questo frutto. I suoi semi, ne custodiscono il segreto e sono rappresentati con materiale metallico.

ENGLISH / The miracle of grape vine
A 3D-artwork that symbolizes a grape-barrel. Three scenes, together in harmony, tell us the miracle of wine. The first one, the soil, solid, deep and powerful, mineral, moist and fertile, the ancient origin that nourishes the vine and its colourful and free leaves, full of life, happiness and light… and at the end, the grape and its enchanting fragrance… with its magical and mystic shapes of red. Each scene is clearly defined, each one with its shapes, its colours and its time. All this magic hold into the grape-barrel is shown in its manna, the wine, the elixir that owns the most delicate fragrances and taste of this fruit. Its seeds, the sentinels of the secret, are represented in metal.

International Mosaics 5^ Ed. 19 Ottobre – 11 Novembre 2018

INTERNATIONAL MOSAICS

Rassegna Internazionale di Mosaico Contemporaneo 5^ Ed.

International Exhibition of Contemporary Mosaics 5th Ed.

In esposizione le opere del Clauiano Mosaic Symposium 2018 e altre, in collaborazione con il Comune di Cormons (Go)

On show the artworks of the Clauiano Mosaic Symposium 2018 and others, in collaboration with the Municipality of Cormons (Go)

Direttore Artistico Giulio Menossi

Artiste del Clauiano Mosaic Symposium Giugno 2018:

Artists of Clauiano Mosaic Symposium June 2018:

Aida Valencia – MEXICO

Elcira Reif Russomano – BRAZIL
Gülçin Sökö – TURKEY

Helga Dangel – GERMANY
Liliana Waisman– ARGENTINA
Mari Sangoi – BRAZIL
Paulina Lagos Lehuedé – CHILE
Pini Ben Gur – ISRAEL

Ronit Strum – ISRAEL
Yumie Wakatsuki – JAPAN

 

Serata Inaugurale Venerdì 19 Ottobre 2018 

Opening on Friday 19th October 2018

 

CORMONS, Museo Civico del Territorio – Palazzo Locatelli, Piazza XXIV Maggio – 34071 Cormons (GO)

CORMONS, Civic Museum of the Territory – Palazzo Locatelli, Piazza XXIV Maggio – 34071 Cormons (GO)

 

Continua a seguirci per ulteriori dettagli!!
Follow us for more details!!

Mari Sangoi: l’Opera / the Artwork

MARI SANGOI

BRASILE / BRASIL

ITALIANO / I colori del vino

Proprio come una degustazione di vini è un percorso sensoriale che offre innumerevoli possibilità, così questo Mosaico artistico e simbolico presenta elementi organici che possono trasportare ogni spettatore in un viaggio attraverso visioni e interpretazioni differenti,sia per via del simbolismo insito nell’opera, che con la sua forma vuole rimandare al subconscio, siaperché è l’arte in sé a suscitare emozioni per ognuno diverse.
Il titolo “Il colore del vino” si riferisce ai colori caldi del vino rosso mescolati con il giallo del vino bianco. L’uso di tessere di forma e misura regolare disposte verticalmente, seguendo le linee della struttura sottostante, a volte interrotte da tessere di forme diverse oppure disposte orizzontalmente, vuole rendere il movimento dei liquidi che sfumano l’uno nell’altro.
Vino: una visione soggettiva dei nostri ricordi sensoriali … colpisce sempre la nostra memoria …
La forma asimmetrica e organica di questo mosaico tridimensionaleha preso vita proprio durante la sua creazione. Le forme, che inizialmente erano vuote,si sono impregnate della forza e del colore del mosaico. Le curve sinuose dell’opera ci conducono alla fine di un mistero: lo spettatore avvolge l’opera con il suo sguardo attento, e in ogni dettaglio scopre sensazioni, immagini, dettagli e armonie di colori.
L’uso del metallo simboleggia la ri-costruzione. L’elemento metallico, spesso nascosto,diventa quivisibile e forte, parte integrante del processo artistico.
Anche il ferro, elemento indispensabile al corretto sviluppo di innumerevoli funzioni umane, è fondamentale nell’opera dell’artista. Il ferro grigio, talvolta color argento ossidato, si fonde con le tessere di vetrocolorato. Come nell’alchimia, i 4 elementi sono associati ai metalli: la terra è associata al rame; l’acqua allo stagno; l’aria al ferro; e al fuoco il piombo. Il sole è rappresentatodall’oro e la luna dall’argento. Ogni colore e ogni elemento possono essere scoperti nell’opera “I colori del vino”.
“Il mio lavoro segue il percorso del mio cuore e rappresenta la mia anima libera”. Mari Sangoi

ENGLISH / The colors of wine

Just as wine tasting is an experience with innumerable possibilities, so this symbolic Artistic Mosaic becomes a journey through different visions and interpretations, thanks to the organic elements that it presents.The artwork is highly symbolic, and its form reminds of the subconscious: it will awaken different emotions ineach person.
The title “Il colore del vino” (“The colour of wine”) refers to the warm colours of red wine mixed with the yellow shades of white wine. The flow of the regularly cut tiles,that walk vertically, along the lines of the structure, sometimes interrupted bytesserae cut in different shapes ordisposed following ahorizontal progression, represents the liquids blurring into one another.
The asymmetrical and organic form of this three-dimensional mosaic was created during its very execution. At the beginning, the shapes were empty, but they were later filled with colourful and powerful mosaic. The curves of this artwork let us discover a mystery: when the viewer finally embraces the whole work with his watchful eye, in each piece he perceives different sensations, images, details and harmonized colours.
The use of metal symbolizes a re-construction. The metal element, which is often hidden in artistic creations, here is visible and strong, since it is part of the artistic process.Iron, an indispensableelement for the correct development of innumerable human functions, is also crucial for the artist. The gray iron, sometimes oxidized silver, merges with the coloured vitrified tesserae. As in alchemy, the 4 elements are associated with metals: Earth is associated with copper; Water with tin; Air with iron and Fire with lead. The Sun is representedby gold and the Moon by silver. Each colour and each element can be discovered in “I colori del vino”(“The colors of wine”).
My work follows the path of my heart and represents My free soul.”Mari Sangoi

  • 1
  • 2
  • 5

Richiedi informazioni

Iscriviti alla nostra NEWSLETTER

Resta aggiornato su tutte le news, interviste ed eventi organizzati da Cluiano Mosaics

©CLAUIANO MOSAICS & MORE - P.IVA 02729910303 - Privacy Policy & Cookie Policy 
Visita il nostro STORE ONLINE
Designed by